Uova di Pasqua decorate ad uncinetto

Cosa ti serve…

uova di plastica bianche o colorate – cotone da uncinetto dello spessore desiderato, bianco o colorato – uncinetto della misura necessaria alla lavorazione del cotone scelto – ago da lana – colla a caldo o di altro tipo purché resistente

Come si fa…

tut1_1

Lavorare ad uncinetto due spighette rumene di lunghezza pari alla lunghezza dell’uovo, dalla cima alla base. Incollarle all’uovo a croce sovrapponendole l’una all’altra in corrispondenza dei due poli dell’uovo.

Prendere una gugliata dello stesso filo utilizzato per la lavorazione delle spighette, e “cucire” il fili ad incrocio, passando attraverso le asole della spighetta rumena.

Continuare così fino a ricoprire ogni spazio compreso tra le due spighette.

Una volta completato il ricamo, a piacimento decorare la sommità dell’uovo con nastri e fiori di raso, oppure in alternativa applicare un cappietto per appenderlo, in raso o in cotone.

Buon lavoro!

tut1_2

Maria Rosciano

La Soffitta della Nonna

Blog

Cestino lavorato ad uncinetto in fettuccia

tut2

Avviare 4 catenelle e chiuderle ad anello. Lavorare 1 catenella ed 8 maglie basse all’interno dell’anello. Da ora in poi lavorare in tondo senza più unire l’ultima maglia del giro precedente alla prima del giro successivo. Ad ogni inizio di giro, mettere il segnapunti alla prima maglia del nuovo giro.

2° giro: lavorare 2 maglie basse in ogni maglia bassa del giro precedente.

3° giro: *1 maglia bassa, 2 maglie basse lavorate nella stessa maglia di base, 1 maglia bassa*. Ripetere da * a * fino a fine giro.

4° giro: *1 maglia bassa, 1 maglia bassa, 2 maglie basse lavorate nella stessa maglia di base*. Ripetere da * a * fino a fine giro.

5° giro: *1 maglia bassa, 1 maglia bassa, 1 maglia bassa, 2 maglie basse lavorate nella stessa maglia di base*. Ripetere da * a * fino a fine giro.

6° giro: sospendere gli aumenti e, lavorare di continuo in tondo 1 maglia bassa in ognuna delle maglie basse del giro precedente, prendendo non tutta la maglia, ma solo la parte posteriore della maglia di base. In questo modo si formerà una sorta di giro di base che segnerà anche l’inizio dei lati del cestino.

Dal 7° al 9° giro: continuare la lavorazione in circolo a maglia bassa.

10° giro: lavorare a maglia bassissima prendendo non l’intera maglia bassa sottostante, ma solo la parte posteriore.

Completato il giro a maglia bassissima,tagliare ed affrancare la fettuccia sotto le maglie già lavorate.

A proprio gusto, adornare il cestino con unnastro passante, in organza, come quello in foto, oppure anche in raso. Fare scorrere il nastro tra le maglie per tutta la circonferenza del cestino, infine annodarlo con un fiocco semplice o doppio.

Buon lavoro e buon divertimento!

Maria Rosciano

La Soffitta della Nonna

Blog