Soutache : La Spirale

Nel primo numero di Creativamente Noi abbiamo spiegato in breve che cosa sia il Soutache, adesso è ora di mettersi all’opera con un primo semplice progetto: la Spirale.

Per prima cosa bisogna procurarsi il materiale adatto: Soutache (ovvero la piattina di viscosa colorata che si usava per fare i galloni), perle di vetro colorato, conterie, cabochon, ago specifico per infilare le perline, filo di nylon trasparente o meglio filo in poliestere abbinato al colore del Soutache,, del pannolenci e dell’alcantara per la finitura del lavoro, forbici, colla per bijoux, fantasia e pazienza…

manu1

Ti Servono : 

2 pz di Soutache da 30 cm di due colori differenti, ago e filo

*Cominciamo affrancando il filo e unendo le due piattine esattamente alla metà, stando attenti che la cucitura sia al centro delle piattine.

*Arrotoliamo il Soutache formando una spirale e stando attenti che le piattine restino sempre ben unite.

*Facciamo crescere la spirale ricordandoci di fermare ogni giro infilando l’ago dall’interno verso l’esterno.

*Alla fine chiudiamo il lavoro fermando i due capi sul retro.

*Abbiamo ottenuto così la nostra girella, che potremo utilizzare in vari modi.

*Per rifinire meglio il lavoro è opportuno cucirlo su un lembo di pannolenci o incollarlo su dell’Alcantara.

manu2

A questo punto possiamo usare una o più spirali per creare anelli, braccialetti, collane o orecchini.

manu3

                                                                                                                                                                                                                                    Emanuela

Annunci

Inserto Scrapbooking: Consigli per gli acquisti

Per iniziare a scrappare fotografie e ricordi, bastano pochi utensili, molti sono sicuramente già presenti in casa.

Utensili di uso comune:

  1. Un buon paio di forbici per la carta;
  2. Un righello, in metallo (meglio se in acciaio);
  3. Un taglierino (facoltativo);
  4. Una perforatrice da ufficio.

Utensili specifici per scrapbooking:

  1. Una forbice decorativa;
  2. Un paio di fustelle con sagome molto versatili (es. stella o cuore) o geometriche.

Materiali di consumo:

  1. Cartoncini colorati, nuovi e/o recuperati, rigorosamente privi di acidi;
  2. Nastri, passamanerie e bottoni, nuovo o recuperati;
  3. Colla stick e/o nastro biadesivo;
  4. Tanta fantasia e la capacità di guardarsi attorno (queste non si consumano!).

Consigli creativi

  1. Sii creativa e carca di “osare” soluzioni insolite (forme e colori non scontati, ad esempio), ti accorgerai presto che la tua voglia di creare ama essere messa alla prova da sfide sempre più impegnative;
  2. Cerca di far confluire la tua personalità nelle tue creazioni, i tuo lavori non solo devono emergere in un mondo sempre più affollato, ma devono essere anche riconoscibili come “tuoi”;
  3. La composizione riveste un’importanza cruciale: presta attenzione a che tutti gli elementi vadano d’accordo e concorrano all’armonia dell’insieme;
  4. Fai attenzione ai dettagli: le piccole cose (un taglio imperfetto, ad esempio) possono fare la differenza (nel bene e nel male)!
  5. Lavora nel pulito, le tracce di colla rovinano anche i lavori più belli.

Giulia Faè

PAPERopoli

PAPERopoli si trova a Milano in Via S. Anguissola 23

Creativamente Scambiando

Sembra quasi fatto apposta, ma il nome Creativamente Scambiando rievoca alla perfezione il titolo della rivista Creativamente Noi. Forse era destino che si incrociassero.

Creativamente Scambiando è un gruppo di baratto creativo che esiste su Facebook già da 3 anni. Il gruppo parte dal presupposto che tutto ciò che non ci serve più, che abbiamo sbagliato a comprare o che abbiamo comprato in quantità industriale possa essere utile a qualcun altro. Quindi, perché lasciarlo da parte o buttarlo via? Meglio un sano scambio che permetta di riciclare ciò che non usiamo e di ottenere qualcosa che al contrario desideriamo.

Chi entra a far parte del gruppo, dopo aver accettato il regolamento di base, diventa una Pabac: ovvero una Piccola Artista del Baratto Creativo, acronimo inventato dall’Admin del gruppo e accettato dai suoi membri, tutte donne. La creazione del proprio album di scambio è un passo obbligato se si vuole scambiare: fotografare le proprie proposte è importante per aumentare l’attenzione delle altre Pabac: che, se troveranno qualcosa di proprio gradimento, non perderanno tempo a mostrare interesse e presentare le proprie controproposte. Queste avvengono grazie alle indicazioni fornite dalla Bacheca dei Desideri: una foto presente in ogni album, sotto la quale la Pabac: può scrivere ciò che cerca. Mettersi d’accordo sull’eventuale valore del materiale scambiato, se incontrarsi di persona (quando è possibile) o sul tipo di spedizione da effettuare è tutto a discrezione delle parti che ne discuteranno in privato. Il gruppo rimane così limpido da ogni discussione che potrebbe annoiare le altre con mille notifiche e lascia libera ognuna di seguire i propri personali criteri di scambio.

A scambio avvenuto, ogni Pabac: è tenuta a rilasciare un feedback, ovvero una sorta di commento, sotto l’apposita immagine dei feedback (anche questa presente in ciascun album), per condividere in questo modo la propria esperienza. Per fortuna, fino ad oggi non ci sono mai stati commenti negativi per nessuno e ogni scambio è avvenuto nella più assoluta serenità.

Ultimamente l’Admin, dopo apposito sondaggio con esito positivo (il gruppo è democratico su questo non ci piove!), ha esteso lo scambio anche ad oggetti non creativi, così il baratto diventa completo e aperto a tutti.

Per le chiacchiere sfrenate e per conoscersi meglio, al di là del baratto, è nato anche il Forum delle Pabac: un altro gruppo chiuso e amministrato dalla stessa Admin di Creativamente Scambiando.

L’entusiasmo e la dedizione dimostrati negli anni dalle poche Pabac: che formano il gruppo, ha fatto sì che Creativamente Scambiando crescesse in qualità, diventando una vera piccola famiglia alla quale non si può più rinunciare.

Dimenticavo: l’Admin di Creativamente Scambiando e del Forum delle Pabac: si chiama Valeria Marletta ed è la stessa che ha scritto questo articolo 😉 Vi aspetto sul gruppo. Baratto ossessivo compulsivo e divertimento assicurati!!!

feedback (anche questa presente in ciascun album), per condividere in questo modo la propria esperienza. Per fortuna, fino ad oggi non ci sono mai stati commenti negativi per nessuno e ogni scambio è avvenuto nella più assoluta serenità.

materialeValeria Marletta

SweetCaroline’s Fantasy

Creativamente Scambiando, gruppo su Fb