Decorazione Maglia Estiva

 Materiale:

Maglia , canottiera, pizzo,  stoffa nera e nastro nero, perline a forma di cuore,, ago, filo, forbici……. E tanta fantasia

Questo articolo più che mostravi come si può decorare una maglietta o una canotta estiva e la dimostrazione che con un po’ di fantasia si può trasformare una maglia anonima in una tua creazione unica e irripetibile .

Ecco degli esempi:

maria1

Come vedete con lo stesso materiale si può far nascere tante idee…………

Ma per voi ho creato questa maglia e vi mostrerò come ho fatto:

1)      Canotta estiva color rosa cipria , ho abbinato un pizzo nero formato  da  4 rose .Cucire il pizzo intorno alla scollatura,sul lato destro ho applicato un fiore in stoffa nero  mentre sul lato sinistro ho applicato un fiocco di nastro nero, ho completato  il tutto applicando sul pizzo dei cuori rosa e uno sul fiocco.
maria2

Fiore nero:

ritagliare 7 dischetti di diametro di circa 4 cm, piegarli in quattro  e così via tutti e sette , unire tutti

i dischetti di stoffa con ago e filo semplicemente infilandoli sull’ago e chiudere per fermare i dischetti di stoffa che formeranno un fiore come nella foto

Immagine

Fiocco

Avvolgere il  nastro  intorno a tre dita e fare girare per due volte tagliare il nastro rifinirlo bruciando le estremità con una candela , con ago e filo imbastire al centro ed arricciare e fissare chiudendo con ago e filo…..

Lavoro terminato pronto  per essere indossato…….

Mary’s Artworks

Di Farci Maria

Annunci

Torta floreale per la festa della mamma

Ingredienti :

torta che desiderate decorare ( io ne ho usata una di yogurt farcita con crema

di mascarpone e fragole).

Circa 600 gr.di pasta di zucchero;

150 gr.di glassa di zucchero;

coloranti alimentari.

Utensili: sac a poche e relativi beccucci;

vari pennelli;

stampini taglia biscotti ( nel nostro caso a forma di fiore grandi e piccoli);

spillo con capocchia grande;

fotocopia del disegno per decorare la torta(nel nostro caso un fiore) ;

metro da sarta

 PROCEDIMENTO

Farcite la torta con la crema a voi più gradita,ricoprendola  anche sopra ed intorno.

Se non volete farcirla,spennellatela con gelatina di albicocche precedentemente scaldata.carm1

Con un matterello,stendete metà della pasta di zucchero,precedentemente preparata,e ricoprite la torta.

Una volta ricoperta,tagliare la parte in eccesso,e successivamente misurare la circonferenza della torta,suddividendola in 8 parti,praticando 8 piccoli segni sulla pasta di zucchero

Questo per potervi permettere di eseguire la decorazione esterna in modo omogeneo.

Prendete la fotocopia del disegno da voi scelto e posizionatela sulla torta. Con lo spillo,andate a forare la sagoma del disegno da voi scelto,facendo attenzione di forare anche la pasta di zucchero,così verrà impresso su di essa.

Preparare la glassa di zucchero,nei colori che pensate possano servirvi per colorare la decorazione da voi precedentemente eseguita.

Inseritela  nelle diverse sac a poche ed iniziate la decorazione del disegno,stando attendi ai bordi della decorazione.

Con un pennellino,inumidito in precedenza,sfumate la glassa di zucchero verso il centro.

Eseguite questa operazione per tutti i colori da voi preparati.

A questo punto,coloriamo la restante pasta di zucchero,che servirà per decorare il contorno della torta.

Utilizzando il colore che richiami la tonalità del disegno da voi eseguito,diamo l’effetto marmorizzato alla pasta di zucchero.

Questo effetto si ottiene non colorando in modo uniforme la pasta di zucchero.

Adesso,ritagliamo la suddetta in strisce,più o meno sottili,in modo da poter creare la decorazione esterna.

Nel nostro caso,creiamo un drappeggio,usando come collante  la glassa di zucchero del colore più simile alla pasta.

Prendiamo la pasta ,ritagliata in rettangoli leggermente più lunghi delle 8 parti suddivise in precedenza,la pizzichiamo ai lati in modo da creare un piccolo drappeggio,che andremo ad incollare,usando la glassa,sui punti precedentemente segnati sulla torta.carm2

La rimanente pasta la useremo per creare dei fiori,colorati ,nel nostro caso ,simile al drappeggio,altrimenti a piacimento.

Stendiamo la pasta con il matterello,e poi con gli stampini tagliamo i fiori di varie misure,mettendo quelli più grandi all’inizio e alla fine del drappeggio,gli altri sparsi per la torte a vostro piacimento,cercando di coprire eventuali imperfezioni e se la volete dedicare alla mamma al posto dei fiori sparsi sopra scrivete la frase che preferite per dedicargliela.carm3

 

                                                                                                                                                                                                                                                       Carmela

 

Centrotavola pasquale

Per rallegrare la vostra tavola di Pasqua e sorprendere i vostri ospiti, ecco una bella idea per questa composizione dove gli ‘ingredienti’ sono decisamente a carattere pasquale. Infatti niente di più a tema come questo nido di rami di ulivo intrecciati che contiene freschi fiori primaverili come piccoli tulipani gialli e mazzetti di bianchi fiorellini.

Ti servono…1

Filo di ferro – pinze adatte a tagliare il fil di ferro – una mattonella di spugna per fioristi – una ciotolina di plastica di cm.20 diam. – un foglio di plastica – 8-10 tulipani piccoli gialli – 4 rami di fiore di cera (Waxflower) – qualche rametto di verde che potete trovare anche nel vostro giardino

Come procedere…

2

Per prima cosa ho realizzato una semplice struttura con il filo di ferro che ricorda un po’ un nido, intrecciandolo senza troppa precisione ( qui non serve) fino ad ottenere il ‘cestino’ della dimensione desiderata ( diametro esterno di circa 25 cm.)

Una volta pronto il cestino comincio ad intrecciare i rami d’ulivo intorno alla struttura di fil di ferro fino a ricoprirla totalmente.

Taglio poi con un coltello la spugna da fiorista a misura della ciotolina e la immergo nell’acqua fino a che non risulta ben inzuppata. Quindi la scolo, la inserisco in un sacchettino di plastica (vanno bene quelli per i surgelati) ritagliando la parte superiore in eccesso e la sistemo nella vaschetta. Il tutto va posizionato all’interno del mio nido.

Ora, dopo aver accorciato un pochino i gambi dei tulipani, inizio ad inserirli nella spugna cercando di creare un centro e continuo poi con gli altri elementi fino a ‘riempire’ completamente il nido.

Ed ecco qua il centrotavola pronto per rallegrare il nostro pranzo pasquale!

Naturalmente ai tulipani gialli potete sostituire un altro tipo di fiore o di colore, ma il tutto deve essere sempre molto primaverile, quindi vanno bene fiori e bulbi come ranuncoli, narcisi, muscari.

3

Maurizia Broggi

Oltre il fiore

Il giardino sfumato

Tende con applicazioni di fiori di stoffa

Ti servono…

tende – matita – forbici – stoffa per applicazioni –  filo – ago – perline varie per la decorazione

Come procedere…

foto_tutorial

Con l’aiuto di un compasso, disegna un cerchio di cartoncino di circa 5 cm di diametro e ritaglialo; ricorda che maggiore sarà il diametro della stoffa, più grandi saranno i petali del fiore.

Ripiega la stoffa a metà, e poi ancora a metà, e con l’ago e il filo esegui l’impuntatura nella parte tonda della stoffa; tira poi il fimo in modo da ottenere così il primo petalo del fiore: dovrai preparare in tutto 5 petali per ogni corolla.

Unisci i petali con il filo e fissa bene i due petali alle estremità. Per completare il fiore, imbastisci i rimanenti due dischetti di stoffa lungo il loro perimetro e tira il filo in modo da formare un palloncino. Chiudilo bene cucendolo con ago e filo.

Schiaccia i palloncini di stoffa con la mano, in modo da formare due piccoli dischi di stoffa che andrai ad imbastire sopra e sotto la corolla di petali. Decora infine ogni fiore con le perline, ed applicali a fantasia sulle tende con uno schema a piacere.

Ecco qualche esempio:

esempi

Maria Farci

MarysArtworks

Portatovagliolo “Fiori di pesco”

“Voglia o non voglia, non c’è Pasqua senza foglia!”.
Queste sono le parole che, fin da piccolina, la mia nonna mi ripete ogni anno in questo periodo. Che l’inverno sia stato freddo e rigido, o più mite e con scarse nevicate, non c’è stato anno a memoria mia che il proverbio abbia sbagliato!

Per questo quando penso alla Pasqua, oltre a “pulcini-uova-coniglietti” mi viene subito alla mente l’albero di pesco in fiore davanti casa, in procinto di lasciar spuntare timidamente le prime foglioline.

Da questo ricordo è nato il mio tutorial…

Cosa ti serve…

Paste polimeriche (rosa confetto, verde, bianco) – pigmenti (rosa fenicottero, verde scuro, trasparente con brillantini) – nastro verde mela e rosa (80 cm ciascuno) – filo (rosa e verde) – taglierino – stuzzicadenti – pennelli  – forbici – ago – lucido a base d’acqua

1

Come procedere…

Inizia creando le sfumature della pasta polimerica, uniamo parti uguali di rosa e bianco, e sfumiamo più volte la pasta verde mela con diverse quantità di verde scuro, verde menta e bianco, cercando le tonalità che più si abbinano al nostro nastro. Dividiamo la pasta rosa in modo da ottenere: 2 coni (alt. 15 mm e larg. 5 mm), 10 palline grandi (diam. 6 mm), 3 palline medie (diam. 4 mm), 6 palline piccole (diam. 1,5 mm). Lavoriamo le paste verdi creando palline di diverso diametro (min. 5 mm e max. 10 mm).

Formiamo i petali con le 10 palline grandi, schiacciandole appena da un lato ed appiattendole, e componiamo la corolla attorno ai due coni. Aiutiamoci con le dita per dare una forma arcuata verso l’alto al fiorellino, e nel centro posizioniamoci le palline piccole. Per il bocciolo invece, schiacciamo le tre palline medie; una di questa verrà arrotolata su se stessa e sarà il centro su cui attaccare gli altri due petali. Allunghiamone ora la base, come da immagine. Con pochissimo pigmento rosa sfumiamo il centro dei fiorellini ed infine doniamo un tocco di luce al bordo dei petali con del pigmento a brillantini.

Utilizziamo un po’ di pasta avanzata rosa per creare una base ovale spessa almeno 3 mm e largo 30 mm, che andremo a forare il bordo con uno stuzzicadenti: questi saranno i forellini in cui passare l’ago per fissare la creazione in pasta polimerica sul portatovagliolo di nastro.

Con la pasta verde, cerchiamo di dar una forma allungata alle foglioline e incidiamone le venature su un lato, utilizzando il retro di una lama del taglierino. Infine con pochissimo pigmento verde, sfumiamone la superficie.

Ora che abbiamo tutti gli elementi, iniziamo a comporre il nostro mazzetto di fiori e foglie secondo la nostra fantasia. Aiutiamoci con le basi a cono dei fiori per assemblarli tra loro, ed attacchiamo le foglioline direttamente ai petali. Pressiamo infine la composizione alla base aiutandoci con un utensile per lavorare il dash.
Cuociamo la creazione in forno già caldo seguendo le istruzioni indicate sulla confezione di Pasta Polimerica (solitamente a 110°C per 30 minuti), e una volta raffreddato, verniciamo la creazione con l’apposita vernice e lasciamo asciugare per una giornata.

Adesso pensiamo al porta tovagliolo. Per evitare che i bordi del nastro si sfilaccino, cuciamo l’orlo alle estremità. Aiutandoci poi con un tovagliolo, annodiamo i nastri non troppo stretti avendo cura che il nastro più largo (verde) risulti a contatto con il tovagliolo; quindi creiamo il fiocco.

Assembliamo infine il portatovagliolo, cucendo il fiocco alla creazione di pasta polimerica in almeno tre forellini (questo numero assicurerà che la composizione rimanga stabile).

2

Samantha Canal

Capricci di Gatta

Blog